Blu Tiffany, come nasce un colore icona
26 Gennaio, 2024

Quando si parla di Blu Tiffany l’associazione con il famoso capolavoro cinematografico di Blake Edwards è inevitabile. Nella nostra mente ecco Audrey Hepburn, con il suo magnifico tubino nero Givenchy, immortalata davanti alla vetrina dalle tonalità verde acqua con in mano un bicchiere di carta e la sua danish pastry. “Colazione da Tiffany” è un pezzo di storia, un vero e proprio cult così come quella nuance dei colori del mare. Oggi, nel settore del design, sono numerosi gli esempi in cui il Blu Tiffany è protagonista. Leggero e al contempo prezioso, questo colore è esso stesso icona… ma come nasce? Il significato del color Tiffany ha origine nella Grande Mela quando Charles Lewis Tiffany deve creare una nuance per il suo blue book che raccoglie la migliore collezione di gioielli e pietre preziose della gioielleria. Ecco venire alla luce l’iconico colore pastello che lo stesso ideatore definirà come Blue Tiffany, facendolo diventare un marchio registrato appartenente alla Tiffany & Co. Da questo momento tutti i gioielli Tiffany verranno confezionati in cofanetti del colore della casa madre. Dire Tiffany significherà lusso, eleganza e riconoscibilità. Sabato 03 e domenica 04 febbraio, visitando l’Antiquaria, potreste imbattervi in un cofanetto Tiffany, in un complemento d’arredo realizzato nel famoso color Pantone 1837, o in qualche gioiello da sogno! Quando si tratta di pezzi iconici la Fiera Antiquaria di Arezzo può rivelarsi un’autentica miniera d’oro e pietre preziose. Vi aspettiamo.

Leggi anche

Teste di Moro tra amore e gelosia

Conoscete l'antica leggenda delle note teste di moro siciliane? Le narrazioni legate a questo iconico oggetto in ceramica sono tante e tutte legate...

L’Antiquaria di Giugno

Vacanziera e spensierata, l'Antiquaria di Giugno è una bellissima occasione per vivere Arezzo e le sue meraviglie circondati da antiquariato,...